SALOME di Richard Strauss

20 Feb

20 Febbraio 2021 Salome – musica e libretto di Richard Strauss

Salome sarà trasmessa su Rai5, Radio3 e RaiPlay sabato 20 febbraio 2021 alle ore 20. Inizio collegamento alle ore 19.50.

Orchestra del Teatro alla Scala

Nuova Produzione Teatro alla Scala

DirettoreRiccardo Chailly
RegiaDamiano Michieletto
ScenePaolo Fantin
CostumiCarla Teti
LuciAlessandro Carletti
CoreografiaThomas Wilhelm
CAST
HerodesGerhard Siegel
HerodiasLinda Watson
SalomeElena Stikhina
JochanaanWolfgang Koch
NarrabothAttilio Glaser
Ein Page der HerodiasLioba Braun
Fünf JudenMatthäus SchmidlechnerMatthias StierPatrick VogelThomas EbensteinAndrew Harris
Zwei NazarenerThomas TatzlManuel Walser
Zwei SoldatenSorin ColibanSejong Chang
Ein KappadozierPaul Grant*
Ein SklaveChuan Wang

*Allievo dell’Accademia Teatro alla Scala

Presentata la nuova stagione in streaming

21 Gen

https://www.corriere.it/spettacoli/21_gennaio_20/scala-stagione-streaming-3df86d52-5b4e-11eb-998b-12ca609f8cfa.shtml

Concerto Lorenzo Viotti

9 Gen

9 Gennaio 2021Orchestra del Teatro alla Scala

In diretta streaming sul sito www.teatroallascala.org e sui canali Facebook e YouTube del Teatro alla Scala, sabato 9 gennaio alle ore 20.

DirettoreLorenzo Viotti
PROGRAMMA
Johannes BrahmsSinfonia n. 3 in fa magg. op. 90
Antonin DvoràkSinfonia n. 7 in re min. op. 70

Buon compleanno Ludwig van Beethoven

16 Dic

Bonn16 dicembre1770 – Vienna26 marzo1827

ATTENZIONE: tutti i commenti che non riguardano direttamente fatti musicali sono stati e saranno cancellati

A RIVEDER LE STELLE

2 Dic

7 Dicembre 2020In diretta televisiva su Rai1, in streaming su Raiplay e in diretta radiofonica su RaiRadio3


Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

Direttore

Riccardo Chailly

Direttore per il Balletto

Michele Gamba

Maestro del Coro

Bruno Casoni

Ildar Abdrazakov, Roberto Alagna, Carlos Álvarez, Piotr Beczala, Benjamin Bernheim, Eleonora Buratto, Marianne Crebassa, Plácido Domingo, Rosa Feola, Juan Diego Flórez, Elīna Garanča, Vittorio Grigolo, Jonas Kaufmann, Aleksandra Kurzak, Francesco Meli, Camilla Nylund, Kristine Opolais, Lisette Oropesa, Mirco Palazzi, George Petean, Marina Rebeka, Luca Salsi, Andreas Schager, Ludovic Tézier, Sonya Yoncheva

Roberto Bolle, Nicoletta Manni, Martina Arduino, Virna Toppi, Timofej Andrijashenko, Claudio Coviello, Marco Agostino, Nicola Del Freo

Musiche di

Georges Bizet, Pëtr Il’ič Čajkovskij, Davide Boosta Dileo, Gaetano Donizetti, Jules Massenet, Giacomo Puccini, Gioachino Rossini, Erik Satie, Giuseppe Verdi, Richard Wagner

Coreografie di

Manuel Legris, Rudolf Nureyev, Massimiliano Volpini

Regia

Davide Livermore

Scene a cura di

Davide Livermore, Giò Forma

Costumi a cura di

Gianluca Falaschi

Scenografie digitali

D-Wok

Luci di

Marco Filibeck

Collaboratori per la drammaturgia

Davide Livermore, Paolo Gep Cucco, Andrea Porcheddu, Alfonso Antoniozzi, Gianluca Falaschi, Chiara Osella

Scala chiusa? Però noi, musicisti, possiamo lavorare

10 Nov

Aggiornamento: questo è il link per seguire la conferenza stampa di stamattina, 25 novembre 2020: https://youtu.be/PJvOXOwaong

Riportiamo la lettera di Danilo Rossi pubblicata sul Corriere della Sera di martedì 10 novembre 2020 (pag 33)

Da oggi noi lavoratori del Teatro alla Scala torniamo ad essere in Fis (Fondo di integrazione salariale) fino al 3 dicembre! Scusate, un momento! Ma non è proprio tutta colpa del governo. I teatri sono chiusi al pubblico ma non è vietato lavorare! Molti teatri fanno produzioni in streaming, da Sassari a Reggio Emilia, a Parma, a Bari. La Rai continua a fare concerti tutte le settimane. Ma allora c’è qualcuno che preferisce non lavorare, questa è la verità! Se non si vuole fare lo streaming, c’è anche la radio! Inoltre ai lavoratori non è stato chiesto nulla a fronte di questa scellerata decisione! E questo è fare sindacato? Come durante il lockdown, la Scala è immobile mentre tutti provano, si impegnano a portare avanti il lavoro! Sono senza parole. Si pensa di andare avanti così fino a maggio, senza fare nulla? Ma è una vergogna! E poi i sindacati organizzano le manifestazioni in piazza? Contro chi? Contro se stessi, incapaci di proporre! Qua le sicurezze ci sono, è che manca la volontà di rilanciare, di lavorare. Ma l’arte non può fermarsi. Alla Rai stanno andando tutti quei direttori d’orchestra di livello, che erano previsti alla Scala. Luisi, Harding, Gatti! E da noi il nulla. Lo stesso per la Filarmonica della Scala: il nulla. E nessuno dice nulla! Poi ti fanno un bel concertone il 7 dicembre così tutti siamo felici per poi richiudere ancora tutto! Sono troppo vecchio per tacere, dopo 35 anni di Scala e 40 di concerti in giro per il mondo.
Danilo Rossi, Prima Viola Solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano

https://www.corriere.it/lodicoalcorriere/index/09-11-2020/index.shtml

La fatal pietra sovra noi si chiuse

25 Ott

Almeno fino al 24 novembre annullati tutti gli spettacoli alla Scala come in tutti gli altri teatri (e cinema e sale da concerto) d’Italia, per regio decreto, ops, secondo il nuovo DPCM. Ecco quanto si legge sul sito della Scala:


In ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio del 24 ottobre tutte le rappresentazioni fino al 24 novembre sono sospese

Tutti gli spettatori in possesso di biglietto per gli spettacoli programmati nel periodo in oggetto riceveranno una comunicazione specifica con le informazioni sulle modalità di rimborso. 
Infotel +39 02 72 00 37 44 | lascalarisponde@fondazionelascala.it

Tre concerti di canto: Marina Rebeka, Anna Netrebko e Jonas Kaufmann

21 Ott

20 Ottobre 2020

Durata spettacolo: 1 ora e 35 minuti incluso intervallo

SopranoMarina Rebeka
PianoforteGiulio Zappa
PROGRAMMA
Giuseppe VerdiDa Sei Romanze In solitaria stanza   Ave Maria   Brindisi (I versione)
Francesco Paolo TostiVorrei Visione
Ottorino RespighiNotte Pioggia Nebbie
Cesar’ KjuiLa statua in Carskoe selo Io ricordo una sera Io ho toccato un fiore
Pëtr’ Il’ič ČajkovskijDimmi all’ombra delle fronde Dimenticare così presto Il giorno regni
Sergej RachmaninovLa notte nel mio giardino op.38 n.1 Margherite op.38 n.3 Il sogno op.38 n.5 Dissonanza op.34 n.13 Acque di primavera op.14 n.1

21 Ottobre 2020

Durata spettacolo: 1 ora e 35 minuti incluso intervallo

Orchestra del Teatro alla Scala

SopranoAnna Netrebko
DirettoreRiccardo Chailly

PROGRAMMA 

Giuseppe Verdida Aida Sinfonia Ritorna vincitor   da  Don Carlo Tu che le vanità
Amilcare Ponchiellida La Gioconda Danza delle Ore Suicidio!
Francesco Cileada Adriana Lecouvreur Preludio Atto IV – Poveri fiori
Giacomo Puccinida Madama Butterfly Preludio Atto III Un bel dì vedremo   da Manon Lescaut Intermezzo Atto III Sola… perduta… abbandonata

22 Ottobre 2020

Recital straordinario

Durata spettacolo: 1 ora e 40 minuti incluso intervallo

TenoreJonas Kaufmann
PianoforteHelmut Deutsch

PROGRAMMA 

Franz SchubertDer Musensohn D 764
Ludwig van BeethovenZärtliche Liebe WoO 123
Adelaide op. 46
Wolfgang Amadeus MozartSehnsucht nach dem Frühling K. 596
Das Veilchen K. 476
Friedrich SilcherÄnnchen von Tharau
Felix Mendelssohn-BartholdyGruß op. 19 n. 5
Auf Flügeln des Gesanges op. 34 n. 2
Robert SchumannWidmung 
da Myrthen op. 25 n. 1
Franz LisztEs muss ein Wunderbares sein, S. 314
Edvard GriegIch liebe dich
Carl BohmStill wie die Nacht
Alexander von ZemlinskySelige Stunde op. 10 n. 2
Richard StraussZueignung
da Acht Lieder op. 10 n. 1
Franz SchubertDie Forelle D 550
Der Jüngling an der Quelle D 300
Wandrers Nachtlied II D 768
Johannes BrahmsWiegenlied 
da Fünf Gesänge op. 49 n. 4
Da unten im Tale WoO 33, n. 6
Antonín DvořákAls die alte Mutter op. 55 n. 4
Fryderyk Chopin/ Alois Melichar In mir klingt ein Lied – Étude in mi magg. op. 10 n. 3
Pëtr’ Il’ič ČajkovskijNur wer die Sehnsucht kennt
Robert SchumannMondnacht
da Liederkreis op. 39 n. 5
Richard StraussAllerseelen
da Acht Lieder op. 10 n. 8
Hugo WolfVerborgenheit
Verschwiegene Liebe
Gustav MahlerIch bin der Welt abhanden gekommen

Presentazione della prima parte della stagione 2020-2021

15 Ott

venerdì 16 ottobre alle ore 11.30 il Sovrintendente Dominique Meyer e il Direttore Musicale Riccardo Chailly presenteranno la prima parte della Stagione 2020/2021 (dicembre 2020-marzo 2021). Potrà essere seguita in diretta streaming sui nostri canali Facebook e YouTube.

Un appello per il teatro lirico

6 Ott

Diceva Claudio Abbado: “La cultura rende ricco un Paese, anche economicamente. Non è vero che in Germania o in Austria si fa di più per la cultura perché sono più ricchi, è vero il contrario, sono più ricchi perché si fa di più per la cultura”.
Si potrebbe aprire un lungo dibattito su questa affermazione, ma è certo che non sempre la cultura – e direi anche chi lavora nella cultura e per la cultura – è in cima ai pensieri di chi governa. Purtroppo.

Abbiamo in questi mesi estivi potuto godere di una relativa tregua dall’epidemia di Sars-CoV-2. Alcuni l’hanno vissuta senza preoccuparsi troppo di prepararsi all’autunno, altri invece sono stati encomiabili nel mettere a punto, sia alla riapertura sia nelle settimane successive, e ancora adesso, con continuità, misure grazie alle quali è stato possibile conciliare una ripresa delle attività con una estrema cura e considerazione del rischio epidemico.
Tra questi ultimi certamente sono da annoverare tutti coloro che gestiscono sale da concerto e teatri. A Milano, città che ha visto duemila e trecento morti e un pesante blocco delle attività, con un coraggio unito a prudenza veramente esemplari, si sono tenuti festival (su tutti quello di Milano Arte Musica e MITO), concerti, ha riaperto la Scala, da sempre un simbolo anche di rinascita. In piena sicurezza.
Abbiamo visto organizzatori attentissimi, musicisti attentissimi, pubblico attentissimo, mascherine alzate, distanziamenti rispettati, tutte le precauzioni possibili messe in atto.

Ed ora? Porre a duecento il limite massimo di presenze di pubblico, a prescindere dalle caratteristiche delle sale, significa condannare teatri come la Scala e molte sale da concerto a chiudere. Senza motivo.

Non solo: significa punire chi ha dimostrato la massima prudenza, indicando così ai cittadini la strada della sfiducia nell’impegno e nel rispetto delle regole e mettendo ingiustamente in ginocchio un settore già molto colpito e tanto rappresentativo della cultura di questo Paese.

Chiediamo di riflettere sul senso, sul fine e sul messaggio che tutto ciò comporta e di ritornare senz’altro su questa decisione.

Questo appello è stato inviato in data 6 ottobre 2020:

al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini
e per conoscenza
– al Sindaco di Milano Giuseppe Sala
– all’Ufficio Stampa del Teatro alla Scala
– al Corriere della Sera

E’ stata avviata una raccolta di firme online su Change.org:

http://chng.it/88VyLZCC