Archivio | febbraio, 2019

Maurizio Pollini

18 Feb

18 Febbraio 2019
Pianoforte Maurizio Pollini

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA
Fryderyk Chopin
Deux nocturnes op. 62

1. Si magg.

1. Mi magg.

Polonaise in fa diesis min. op. 44

Berceuse in re bem. magg. op. 57

Scherzo in do diesis min. op. 39
Claude Debussy
Préludes I Libro

Danseuses de Delphes
Voiles
Le vent dans la plaine
Les sons et les parfums tournent dans l’air du soir
Les collines d’Anacapri
Des pas sur la neige
Ce qu’a vu le vent d’ouest
La fille aux cheveux de lin
La sérénade interrompue
La cathédrale engloutie
La danse de Puck
Minstrel
Il Maestro Maurizio Pollini dedicherà l’attesissimo concerto alla Scala di lunedì 18 febbraio alla memoria di Claudio Abbado, scomparso cinque anni fa. Il sodalizio artistico e umano tra Pollini ed Abbado ha segnato uno dei periodi più fecondi ed entusiasmanti della storia del nostro Teatro, accostando interpretazioni di riferimento della letteratura classica e romantica a un impegno coraggioso e visionario per l’ampliamento delle abitudini di ascolto del pubblico, oltre che per l’inclusione nella vita culturale di una parte sempre più ampia della cittadinanza.

MARC ALBRECHT – Stagione sinfonica

14 Feb

Dal 13 al 17 Febbraio 2019
Coro e Orchestra del Teatro alla Scala
Direttore Marc Albrecht
Maestro del Coro Bruno Casoni

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA
Anton Bruckner
Te Deum in do magg.

Tamara Wilson, soprano

Judit Kutasi, mezzosoprano

Peter Sonn, tenore

Sebastian Pilgrim, basso

Sinfonia n. 4 in mi bem. magg. (versione 1878/80)

LA CENERENTOLA

10 Feb

Dal 10 Febbraio al 5 Aprile 2019
Gioachino Rossini
Durata spettacolo: 3 ore e 08 minuti incluso intervallo

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Produzione Teatro alla Scala

 

 

 

 

Direttore Ottavio Dantone
Regia, scene e costumi Jean-Pierre Ponnelle
Regia ripresa da Grischa Asagaroff
Luci Marco Filibeck
CAST
Angelina Marianne Crebassa
Don Ramiro Maxim Mironov
Don Magnifico Carlos Chausson
Dandini
Nicola Alaimo (10, 12, 16, 19, 23, 26 feb.; 23, 27 mar.)

Mattia Olivieri (30 mar.; 2, 5 apr.)

Alidoro
Erwin Schrott (10, 12, 16, 19, 23, 26 feb.; 23, 30 mar.)

Alessandro Spina (27 mar.; 2, 5 apr.)

Clorinda
Tsisana Giorgadze* (10, 12, 19, 23, 26 feb.)

Sara Rossini (16 feb.)

Tisbe Anna-Doris Capitelli*
Maestro al fortepiano Paolo Spadaro Munitto
*Allieve dell’Accademia Teatro alla Scala

L’OPERA IN POCHE RIGHE

Tra gli spettacoli simbolo della Rossini Renaissance promossa alla Scala da Claudio Abbado c’è senza dubbio La Cenerentola pensata da Jean-Pierre Ponnelle nel 1973. Ma il trittico buffo con cui Abbado e Ponnelle hanno mandato in soffitta il Rossini farsesco del passato ponendo le basi per una lettura contemporanea rimane anche oltre Rossini un modello di teatro fatto sulla musica, sposando ritmo e suggestioni della partitura. La Scala riprende La Cenerentola mentre si spengono i riflettori sul centocinquantenario del compositore (celebrato al Piermarini con una mostra a cura di Pier Luigi Pizzi) affidando la direzione a Ottavio Dantone e la parte di Angelina a Marianne Crebassa, al suo primo ruolo rossiniano al Piermarini. Con lei Maxim Mironov, continuatore di un’illustre tradizione di tenori rossiniani russi che risale a Nicola Ivanoff, e Carlos Chausson come Don Magnifico, mentre come Dandini si alternano Nicola Alaimo e Mattia Olivieri e come Alidoro Erwin Schrott

Orchestra del Teatro Mariinsky – Valery Gergiev

4 Feb

Lunedì 4 febbraio 2019, alle ore 20.00

Orchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo

direttore Valery Gergiev

 

 

 

 

 

Programma:

Claude Debussy: Prélude à l’après-midi d’un faune

Felix Mendelssohn:  Sinfonia n. 4 in la magg. Italiana, op. 90

Modest Musorgskij (orchestrazione di Maurice Ravel):  Quadri da un’esposizione