Lucia di Lammermoor

28 Mag

Lucia di Lammermoor

Gaetano Donizetti

Orchestra e Coro del Teatro alla Scala

lucia-di-lammermoor-torna-alla-scala-2-628x353

 

 

 

 

Dal 28 Maggio all’11 Giugno 2015

Durata spettacolo: 3 ore e 20 minuti inclusi intervalli

Cantato in italiano con videolibretti in italiano, inglese

Direttore

Stefano Ranzani
Regia
Mary Zimmerman
Scene
Daniel Ostling
Costumi
Mara Blumenfeld
Luci
T.J. Gerckens
Coreografia
Daniel Pelzig

CAST

Enrico
Gabriele Viviani
Lucia
Diana Damrau (28, 31 maggio; 3,5 giugno)
Elena Mosuc (8, 11 giugno)
Edgardo
Vittorio Grigolo
Arturo
Juan José de León
Raimondo
Alexander Tsymbalyuk
Alisa
Chiara Isotton
Normanno
Edoardo Milletti

24 Risposte to “Lucia di Lammermoor”

  1. Tiziano maggio 29, 2015 a 3:07 pm #

    Avanti miei prodi.
    Ennesimo turlupinamento del duo Pereira/Chailly: Anja Harteros annulla il suo recital!

  2. E. giugno 1, 2015 a 12:46 pm #

    L’attesa era tutta per Diana Damrau, e le aspettative sono state ampiamente ripagate: eccettuate alcune minime asperità nel registro medio-grave, è stata una protagonista ineccepibile, interpretativamente appassionata, facendo emergere alla perfezione il bipolarismo del personaggio. Da cardiopalma la celeberrima “scena della pazzia”, dove la Damrau ha sciorinato variazioni e trilli luminosi e fluidi, con estrema scioltezza e facilità, regalandoci una Lucia nevrotica, trasognata e sensuale. Suo degno compare Vittorio Grigolo, vocalmente e scenicamente generoso e debordante, un po’ troppo plateale in alcune scelte interpretative. Molto bene anche Gabriele Viviani, Ashton crudele e violento; a tratti sottotono Raimondo. Pregevole la lettura di Ranzani, molto analitica, pulita, cristallina, attenta alle voci. Grande successo di pubblico sia durante la recita che agli applausi finali, in particolar modo per Damrau e Grigolo, sommersi da roboanti ovazioni.

  3. marco vizzardelli giugno 3, 2015 a 10:57 pm #

    …. ….

    Buon divertimento….

    marco vizzardelli

  4. marco vizzardelli giugno 3, 2015 a 10:59 pm #

    ‘fior di giaggioooloooo’ …. ‘bada, Santuzza…’

    Ancora buon divertimento

    marco vizzardelli

  5. marco vizzardelli giugno 4, 2015 a 12:21 pm #

    Garan-can-can: eh, caro Tiziano! E’ una storia infinita. Qui va tutto… in Cavalleria!!!!

    marco vizzardelli

  6. Tiziano giugno 4, 2015 a 12:23 pm #

    Cavalleria: Spariti la Garanca e Kaufmann, spuntano Urmana e La Colla.

    Quante prese per il c**o dovremo ancora mandar giù prima di vedere Pereira e Chailly cacciati a sassate dalla Scala???

    VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  7. marco vizzardelli giugno 4, 2015 a 12:25 pm #

    Pererìn pereròn perereira pereràn, tutti quanti se ne van, zum zum zan zan

    Sotto a chi tocca!!!

    marco vizzardelli

  8. marco vizzardelli giugno 4, 2015 a 2:04 pm #

    mi sovviene di aver pagati 37 euro, settimane or sono, per ascoltare e vedere perfettamente il Macbeth parigino, magnificamente eseguito da Daniele Gatti al Theatre de Champs Elysees su regia dfi Mario Martone. Piaccia o no, 37 contro i prezzi scaligeri… la proporzione non si pone! Della pompa magna scaligera, ne ho p…… le…., vista oltretutto l’affidabilità dei programmi. Quanto ancora dovrà durare, questo “crepuscolo”? Aspettatevi, adesso, il pianto sui contratti “che non potevano esser firmati”, e quant’altro. Ma, forse, l’addio a Salisburgo e gli ultimi due anni di vicende locali, avrebbero ben potuto suggerire qualcosa alla “milanesità”…. O no?

    marco vizzardelli

    • Tiziano giugno 4, 2015 a 2:18 pm #

      Basta, adesso!
      Io smetto di comprare i biglietti finché questi bucanieri non mollano la poltrona.

      VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  9. der rote Falke giugno 4, 2015 a 5:33 pm #

    Va là, ragazzi, tiriamoci su con questa performance elettrizzante!

  10. marco vizzardelli giugno 4, 2015 a 11:08 pm #

    Strepitoso Currentzis!!!!!!! Tanto più che lo fa con un’orchestra in teoria alternativa allo scopo, non certo San Pietroburgo. Riesce a far poesia perfino dell’interruzione del cellulare. E quel finale!!!!
    Questo davvero tira su il morale dal mummificio scaligero!

    marco vizzardelli

    • der rote Falke giugno 5, 2015 a 7:18 am #

      Esatto.
      E noi qui a discutere di Ranzani, Rizzi, Zanetti, Armiliato…
      Il mondo della musica ci ha superato a destra ed è chilometri avanti a noi.
      Sveglia, Milano, sveglia!!!

  11. Lucre giugno 5, 2015 a 7:47 am #

    Nello Santi sostituito da Fabio Luisi in Elisir: ogni tanto con le sotituzioni ci si guadagna ! (ci voleva poco………..)

  12. marco vizzardelli giugno 5, 2015 a 11:15 am #

    Oggi, incalzato su La Repubblica e soprattutto su La Stampa, il “nostro” fornisce risposte inconsistenti. Le sue giustificazioni sono ancora peggio delle defezioni degli artisti e, per di più, la visione del luogo-Scala che ne sta uscendo è triste ed inquietante

    marco vizzardelli

  13. marco vizzardelli giugno 5, 2015 a 11:24 am #

    Ed è un vero peccato, perché la città, nel suo complesso, sta rialzando la testa, ieri ho esplorato la rinnovata zona-Navigli, una meraviglia. C’è fermento, c’è vita in città, ma il “suo” teatro per eccellenza sta rimanendo indietro…

    marco vizzardelli

  14. Fabione giugno 8, 2015 a 3:02 pm #

    ma vogliamo parlare della scandalosa e “carbonara” messa in vendita on line in un’unica tornata di tutti i biglietti di tutte le rappresentazioni del periodo expo? Vi sembra modo di procedere?

    • der rote Falke giugno 9, 2015 a 7:12 am #

      …e chi è quel genio che per il 18 ottobre ha programmato alla stessa ora Gatti agli Arcimboldi con la Filarmonica e Welser-Möst al Piermarini con la Cleveland?
      bisogna essere proprio dei mentecatti…

      • masvono giugno 9, 2015 a 9:55 am #

        Un disequilibrio evidente, oltretutto: Welser-Moest doveva stare con la Filarmonica e Gatti con la Cleveland. 🙂

        -MV

  15. marco vizzardelli giugno 8, 2015 a 3:13 pm #

    Anche perché, allo stato attuale e dopo i recenti accadimenti, significa acquistare a forte rischio….
    Chi assicura che l’oggetto dell’acquisto sarà il medesimo della rappresentazione?

    marco vizzardelli

  16. marco vizzardelli giugno 8, 2015 a 4:20 pm #

    Stasera Lucia inizia alle 20.00
    Alle ore 18.10 sul sito Scala 451 posti invenduti

    E il sito medesimo è pieno di situazioni consimili

    marco vizzardelli

  17. marietto novati giugno 10, 2015 a 5:09 pm #

    ho visto che è uscita la nuova stagione di concerti della Filarmonica.

    http://www.filarmonica.it

    per fortuna ci sono Gatti (che programmone!!!) e Harding, ma anche Luisi e Chung. speriamo.

    • silvia giugno 10, 2015 a 10:25 pm #

      Sì, sono direttori che nella nuova stagione non dirigono – purtroppissimo! – opera, ma almeno in concerto li possiamo ascoltare… Magrissima consolazione, comunque…

  18. marco vizzardelli giugno 13, 2015 a 5:44 pm #

    due volte la stessa sinfonia di Mahler e soliti programmini, con qualche eccezione. Può definirsi “stagione”?
    Ok le trasferte ma la Stagione si svolge alla Scala a Milano. E che stagione è?
    marco vizzardelli

    • silvia giugno 13, 2015 a 9:12 pm #

      Beh, il programma di Gatti è oggettivamente concepito benissimo (anche se “Tod und Verklärung” l’abbiamo già sentita spesso). Così mi intriga quello di Dantone.
      Certo, la parola stagione per un qualcosa concepito da Ernesto Schiavi e Riccardo Chailly è comunque fuori luogo per mancanza delle premesse più essenziali…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: