Filarmonica della Scala

2 Feb
Stagione della Filarmonica della Scala
02  febbraio 2015 ore 20:00
Milano, Teatro alla Scala
Direttore Peter Eötvös
Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Percussioni Martin Grubinger
György Ligeti

Melodien
13 minuti
Peter Eötvös

Speaking Drums Quattro poemi per percussioni e orchestra
23 minuti
Charles Ives

A New England Symphony
18 minuti
George Gershwin

An american in Paris
16 minuti

17 Risposte to “Filarmonica della Scala”

  1. lavocedelloggione febbraio 2, 2015 a 10:10 pm #

    Concerto strepitoso stasera. Mi limito a dire che mi è piaciuto tantissimo, sperando di non suscitare altre polemiche al calor bianco; sono esasperata perché ho scritto per tre volte un commento più articolato e per tre volte me lo sono fumato, per cui si è cancellato tutto. Ora, alla quarta volta, lascio la penna a qualcun altro!
    Buona notte a tutti! Attilia

  2. marco vizzardelli febbraio 3, 2015 a 12:52 am #

    Concerto di altissimo livello. Ad ogni ritorno di Santa Cecilia alla Scala, noi provincialotti milanesi male abituati alle pernacchie degli scaligeri sindacalizzati, riscopriamo che cosa sia una vera orchestra sinfonica di statura internazionale. Che suono, che precisione, quella doratura del suono che par di vedere tutta la Roma barocca! Meravigliosa orchestra e splendido programma eseguito con un direttore di grande eleganza e con la presenza di un solista iperbolico.
    Melodien di Ligeti, dipanato con magnifico lirismo da orchestra e Eotvos, ci riconcilia con la vera grande musica del ‘900 dopo le patacche pornografiche dei mediocri Soldaten. più che melodie, onde sonore, musica liquida com’è stata definita, in ogni caso sublime.
    Poi, lo show di Grubinger, fra l’elaborato pezzo del medesimo Eotvos e l’incredibile tambureggiante bis, è trascendentale. Una forza della natura e dell’arte, il giovane indiavolato percussionista che suona, urla, grugnisce, fa tutto e di più, con enorme arte. Un fenomeno!!
    Nella seconda parte Eotvos, elegantissimo nell’abito e nel gesto, dipana prima le meraviglie di Ives, e questa è arte della citazione, non le vaccate dell’operaccia di Zimmerman! Poi, il direttore, che pareva serioso e racchiuso nell’eleganza del suo gesto, sfodera umorismo, swing e ritmo, vertiginosi glissando, con impagabile leggerezza, in una formidabile lettura di Un Americano a Parigi, in cui l’orchestra di Santa Cecilia è un miracolo di esattezza, eleganza di fraseggio, bellezza di suono. Gran concerto della massima orchestra sinfonica italiana. Ci voleva questa eccellenza romana, nella mediocrità di quanto passa il convento scaligero-milanese in questi giorni!

    marco vizzardelli

  3. Franco Nava febbraio 11, 2015 a 5:19 pm #

    uffa, ma nemmeno Pretre ci danno!!…. basta con sti cambi di locandine… eppoi Welser l’è nuiuss…

  4. marco vizzardelli febbraio 11, 2015 a 5:33 pm #

    Teatro di BUFFONI! Mette in vendita le tre serate di Pretre a nome Pretre, vende i biglietti, OGGI mette sul sito il nome Welser-Moest. Una truffa.
    BUUUUUUUUUUUU, Pereira! BUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU PER SEMPRE!!!!!

    marco vizzardelli

  5. marco vizzardelli febbraio 11, 2015 a 5:50 pm #

    E’ il non rispetto che irrita. Per questo Pereira il pubblico è solo una spugna da spremere, fra l’altro a prezzi impossibili.

    marco vizzardelli

    • L.J. febbraio 11, 2015 a 6:52 pm #

      E faccio notare che non solo cambia il direttore, ma cambia anche la data!!!!!!!! Basta con queste truffe!!!!

  6. marco vizzardelli febbraio 12, 2015 a 12:11 am #

    Ed ecco che lunedì arriva il quasi Stabile, Chailly, con i suoi di Lipsia. E cosa ti farà per strappare l’applauso? Ma guarda, che ORIGINALE!!!! IL TITANO!!!! Non l’ha fatto mai nessuno alla Scala negli ultimi dieci anni!!!! Quante volte? Io dico cinquanta più o meno! E’ diventato l’investimento sicuro dei direttori chwe non vogliono rischiare nulla.La Sinfonia più facile della Storia. Basta tela suonino decentemente, poi, tu, direttore, pianti un bel rubatino o rallentando sulla Marcia Funebre, e passoi subito per grande mahleriano e grande interprete estroso! Non ho mai sentito un Titano fatto male. Suona da sé. Però, non se ne può pèiù: è la banalizzazione perfino di Mahler. E avviene nello stesso teatro che proprone Aida, Aida, Aida, ancora Aida (una con lo stesso Chailly) per quattro volte in una manciata di anni. E’ tutto un far musica da MORTI.

    marco vizzardelli

  7. silvia febbraio 15, 2015 a 11:52 am #

    Mi permetto di riportare da altro blog due post di persona solitamente molto affidabile, tale Viola Margherita. Tutt’e due sono ironici, ma svelano aspetti inquietanti e inaccettabili, che richiederebbero una svolta immediata da parte del nuovo cda che si insedia domani. La situazione è gravissima.

    Il primo si riferisce alle condizioni di prova di Zubin Mehta.

    ***
    Credo che sia una grande e infondata malignità anche solo sospettare che Zubin Mehta non sia concentratissimo ed entusiasta nel suo lavoro, solamente perché sta provando in parallelo a Milano Aida e a Napoli Tristan und Isolde, facendo due ore qua e due ore là. E nemmeno mi sembra giustificato sospettare il minimo cedimento per il fatto che costui provi ed esegua due concerti con la Filarmonica della Scala e poi provi anche un programma da ripetere in quattro concerti coi Wiener Philharmoniker (con brani facili come quelli di Ligeti, Marx e Bruckner). E poi il suo calendario di recite mi sembra del tutto consono alla sua età: 09-02 Milano, 11-02 Milano, 15-02 Milano, 18-02 Milano, 21-02 Milano, 22-02 Napoli, 24-02 Milano, 25-02 Napoli, 28-02 Napoli, 01-03 Milano, 03-03 Napoli, 05-03 Napoli, 11-03 Milano, 12-03 Graz, 13-03 Wien, 14-03 Wien, 15-03 ore 11 Wien, 15-03 ore 20 Milano.
    Ritengo altresì che questo (qualche prova a spizzichi e bocconi tra il 3 febbraio e la prova generale dell’11 febbraio) sia il modo consono e adeguato per un direttore d’orchestra di preparare una nuova produzione verdiana alla Scala. Perfettamente in sintonia con i valori professati da Bruno Ermolli, Alexander Pereira e Riccardo Chailly. Davvero questo magnifico trio sta guidando in maniera eccelsa un’istituzione mai stata così di riferimento nel mondo.
    ***

    Il secondo riguarda il fatto che oggi pomeriggio Pereira recita nella “Ariadne aut Naxos” alla sua vecchia Opera di Zurigo, invece di essere a Milano nelle ore precedenti la prima di “Aida”.

    ***
    Non solo oggi, farà tutte le repliche (http://www.opernhaus.ch/vorstellung/detail/ariadne-auf-naxos-15-02-2015-4130/).
    Ma di cosa vi stupite? Arriverà stanco dopo la recita con qualche mezzo privato, magari addirittura per le otto (o per le otto-e-cinque, vedi mai che la regola l’ha cambiata per sé?).
    Del resto. Da quando in qua un Sovrintendente nonché Direttore artistico dovrebbe presidiare il proprio teatro il giorno di una prima importante come Aida? E al Teatro alla Scala, per giunta? E dopo che il tenore previsto ha saltato la generale, per giunta? E dopo che il direttore d’orchestra ha fatto poche e slavate prove, per giunta?
    “Son giunta, grazie a Dio”…
    ***

    • Massimiliano Vono febbraio 15, 2015 a 4:27 pm #

      Ah, fa la parte del Maggiordomo nell’Arianna. Mi sembra perfetto nel ruolo: un maggiordomo per finta. Alla Scala dovrebbe farlo davvero e gli verrebbe male.
      Ciao e grazie del quote.

      -MV

    • E. febbraio 15, 2015 a 9:35 pm #

      Si dà il caso che oggi pomeriggio fossi a Zurigo proprio per questa ripresa di “Ariadne auf Naxos” con regia di Guth (mentre il 13/2 ho visto “Il re pastore” e il 14/2 “Juliette”, quest’ultima vivamente consigliata). Con brio, verve e simpatia Pereira, appena entrato in scena accolto da affettuosi applausi, ha recitato la parte dell’Haushofmeister SOLO NEL PROLOGO, poiché – a differenza di quando lo spettacolo venne concepito, mi pare nel 2006 – nell’atto non compare più e, al suo posto, sarà il Tanzmeister ad omaggiare Ariadne con un mazzo di fiori. Il Prologo è terminato attorno alle 14:40: ricevuti gli applausi assieme agli altri Artisti che hanno cantato in quella parte, Pereira ha sicuramente avuto tutto il tempo per tornare a Milano ed essere alla Scala con largo anticipo rispetto all’inizio di “Aida”.

  8. marco vizzardelli febbraio 16, 2015 a 8:04 am #

    Attilia mi prega di avvertire che al più presto metterà il post su Aida.

    marco vizzardelli

  9. der rote Falke febbraio 16, 2015 a 12:40 pm #

    una notizia tremenda, che getta discredito totale sull’attuale Sindaco di Milano e sul nuovo cda. e la conferma di Ermolli quale vicepresidente dice del livello squallido a cui siamo giunti. se la cantino e se la suonino, ma senza di noi!!! per me da oggi è sciopero totale del biglietto fino al permanere di questa situazione. che schifo, che schifo, che schifo!

    • masvono febbraio 16, 2015 a 12:53 pm #

      Ma come? Cinque mesi fa Pisapia lo teneva in prova fino a fine 2015, “e poi vedremo” facendo la voce grave e seriosa da austero e onesto custode della “res publica”….e oggi lo conferma per cinque anni senza che PEREIRA abbia dimostrato alcunchè di diverso a cinque mesi fa??

      Ma nessuno ha sghignazzato in faccia a questo ridicolo ometto presidente del Cda ??
      Saluti

      -MV

  10. Roberto febbraio 16, 2015 a 1:40 pm #

    Buongiorno, ci sono delle novità in merito alla Turandot del primo maggio invece?

  11. proetabarbun febbraio 16, 2015 a 4:51 pm #

    ormai di quella storia del conflitto di interessi con Salisburgo ce ne ricordiamo solo noi 4 gatti qui dentro, dovevano licenziarlo subito Pereira, ormai è troppo tardi.
    il Sindaco poi ha ben altre gatte da pelare, non spariamo sulla Croce Rossa per favore…

  12. lavocedelloggione febbraio 16, 2015 a 5:49 pm #

    Scusatemi tutti, sono riuscita a inserire il post di Aida, ma il post delle doléances lo farò al mio ritorno e avrò cura di ricopiare tutti i vostri interventi in proposito, per ora fateli in uno degli ultimi post e poi penserò a riordinare il tutto. Un caro saluto Attilia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: