14 Lug

<br /><br />

ADDIO LORIN, bambino prodigio!

3 Risposte to “”

  1. der rote Falke luglio 14, 2014 a 8:49 am #

    Certo, si discuterà per secoli se l’uomo ha sfruttato sino in fondo il suo talento, se si è lasciato traviare eccessivamente dalle logiche del marketing, eccetera.
    Ma la sua grandezza è indiscutibile, e io gli devo serate (soprattutto operistiche) indimenticabilmente affascinanti e sottilmente geniali.
    Desidero ricordarlo insieme a voi così: https://www.youtube.com/watch?v=S7O9Oa22nsQ.

  2. silvia luglio 14, 2014 a 9:08 am #

    anche io reagisco con tristezza a questa notizia, perché amavo molto questo direttore, certamente molto più profondo – in realtà – di tanti suoi colleghi coetanei o appena più giovani. e anche io mi permetto di proporre un mio ricordo di un concerto monacense cui ebbi la fortuna di assistere dal vivo. quella sera il maestro era talmente elettrizzato che (come si può vedere anche dal video) appena dopo l’ultimo accordo saltò letteralmente giù dal podio verso l’orchestra come per abbracciarla dopo la strepitosa performance. ovazioni: https://www.youtube.com/watch?v=E9D1svZ9Y0s. riposi in pace.

  3. Beppe luglio 30, 2014 a 11:24 pm #

    Niente. Non una ne azzecca ‘sto Pereira. Per «Aida» e i due concerti sinfonici della Filarmonica della Scala ennesima scelta di retroguardia senile: Zubin Mehta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: