22 Mar

Cuore di cane (Sobač’e serdce)

Alexander Raskatov

Nuova produzione

Produzione De Nederlandse Opera, Amsterdam
In collaborazione con Complicite, Londra

 

Dal 16 Marzo al 3 Aprile 2013

Durata spettacolo: 2 ore e 50 minuti incluso intervallo

Cantato in russo con videolibretti in italiano, inglese

 
Un’opera moderna già accolta da grande successo, uno spettacolo rodato, visto ad Amsterdam e a Londra. Il soggetto è tratto dal breve romanzo satirico di Michail Bulgakov, che nel 1928 metteva in atroce caricatura la neonata Russia comunista.

Un cane, al quale un geniale chirurgo trapianta ipofisi e testicoli, si trasforma in un essere ibrido in cui convivono tutte le possibili bassezze morali, animali e umane. Divenuto accalappiagatti, assomiglia terribilmente a un esponente della polizia segreta di Stalin, quella che prelevava di notte gli oppositori. Da cane allegro e scodinzolante, diviene una vile spia, un ricattatore ubriacone, un adepto servile del potere politico, che arriva a denunciare il suo stesso creatore, costretto a correre ai ripari…

La musica del compositore russo Alexander Raskatov, ricca d’inventiva lirica e grottesca, di creatività ed effetti, segue con arguzia il libretto – in russo e molto fedele all’originale – scritto e ideato da un italiano: Cesare Mazzonis.

 cuore di cane

Direzione

Direttore  Martyn Brabbins
Regia  Simon McBurney
Scene  Michael Levine
Costumi  Christina Cunningham
Luci  Paul Anderson
Video  Finn Ross
Marionette  Blind Summit Theatre – Mark Down, Nick Barnes
Movimenti coreografici  Toby Sedgwick
 CAST
Filip Filippovic  Paulo Szot
Bormental’  Ville Rusanen
Šarikov  Peter Hoare
Šarik (marionettisti)  Mark Down, Robin Beer, Fin Cadwell, Josie Daxter
Dar‘ja / Voce sgradevole di Šarik  Elena Vassilieva
Zina  Nancy Allen Lundy
Švonder  Vasily Efimov
Vjazemskaja / Voce gradevole di Šarik  Andrew Watts
Il grande capo / Fëdor / Un venditore di giornali  Graeme Danby
La fidanzata di Šarikov  Sophie Desmars
L’investigatore  Matthew Hargreaves
Il primo paziente / Un provocatore  Brian Galliford
La seconda paziente  Annett Andriesen
Quattro proletari
Sophie Desmars, Andrew Watts, Vasily Efimov, Evgeny Stanimirov

2 Risposte to “”

  1. lavocedelloggione marzo 22, 2013 a 8:53 am #

    Spettacolo stupendo, da non perdere! Attilia

  2. marco vizzardelli marzo 22, 2013 a 11:43 am #

    Nuove perle dell’Isotta sugli ormai poveri resti del Corriere della Sera. L’illustre critico attualmente fa danni da Venezia. Giorni fa, recensendo la rossiniana Cambiale diretta da Stefano Montanari, elogiandolo, dichiarava d’aver “letto che, oltre che direttore, è anche violinista”. Si dà il caso che. l’Accademia Bizantina sia stata fondata nei primi anni ’80. Nel marzo 2013, l’Isotta apprende che il Montanari, formidabile primo violino di tale complesso, noto da decenni a chiunque frequenti le sale da concerto, è anche violinista!! Che tempismo, che informazione!! Ma, da Venezia, il capolavoro dell’Isotta appare oggi, 22 marzo, a pagina 49 del Corriere della Sera. Oggetto della recensione è L’Affare Makropoulos in scena a La Fenice. Ed ecco la perla: “Qui il maestro Gabriele Ferro compie un’opera che dire ammirevole è poco, riuscendo a metabolizzare nel gesto tutta codesta complessità sino a non farla apparire a chi guardi. Alla Scala, nel meraviglioso allestimento di Luca Ronconi, sul podio era John Eliot Gardiner: non può nemmeno per ischerzo esser paragonato a Ferro”.
    Si dà il caso, sul serio e non per ischerzo che l’Affare Makropoulos con regia di Ronconi andato in scena alla Scala nel 2009, vedesse la presenza sul podio di Marko Letonja (Gardiner diresse alla Scala Katya Kabanova, se non erro nel 2006). La palata di sterco isottiana destinata a Sir John Eliot Gardiner è ritornata tutta intera sulla testa di Paolo Isotta, nonché sul Corriere della Sera che continua a pubblicarne le scempiaggini. L’ischerzo (ma come scrive?) è questo: l’inattendibilità giornalistica dell’Isotta si riversa sul giornale. I lettori ne prendono atto.

    marco vizzardelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: